Psicologa Stefania Di Bonaventura

Comfort zone: cos’è e come uscirne

La zona di comfort non è uno spazio reale ma è quella sfera psicologica, emozionale e comportamentale in cui una persona si sente a proprio agio, definisce la routine, lo stile di vita, i comportamenti di una persona. All’interno di essa si ha la sensazione di avere tutto perfettamente sotto controllo e si agisce in assenza di ansietà e stress perché si sa perfettamente cosa fare e come comportarsi.

Ogni persona ha le proprie zone di comfort. Queste possono essere dei luoghi sicuri o familiari come la propria casa, il solito hotel dove si trascorrono le vacanze da anni, la propria palestra. Oppure il calore di alcune persone care come il marito, la moglie, il fidanzato e la mamma.

Quando la vita ci costringe a sbirciare il mondo al di fuori della propria zona di comfort, si avverte paura, preoccupazione e ansia e ci si interfaccia con quello che ci più spaventa e con la paura di fallire.

Molte persone scelgono e preferiscono rimanere all’interno della propria zona di comfort perché si sentono serene e rilassate. Però in questo modo non avranno mai l’opportunità di evolversi e di crescere. Al di fuori della zona di comfort si trovano le opportunità e le sfide più importanti della propria vita, quelle che permettono all’uomo di crescere, di sfidarsi e di dare il massimo. Affrontare quelle opportunità o quelle sfide permette alla persona di sentirsi capace di intraprendere nuove strade, di comprendere i propri limiti e superarli. Uscire dalla zona di comfort ci permette di avere maggior sicurezza e autostima ed aumentare le proprie prestazioni e capacità di problem solving.

Tre suggerimenti per uscire dalla zona di comfort:

  • Inserisci dei disabituatori durante la giornata ovvero cambia lo schema della tua quotidianità. Inverti l’ordine delle azioni che svolgi oppure apporta delle semplici modifiche. Per esempio: cambia strada per andare a lavoro, utilizza un altro mezzo di trasporto, svegliati ad un orario differente rispetto al solito, cambia il tuo orario di allenamento o dei pasti.
  • Scegli di svolgere un’azione nuova una volta alla settimana. Va bene qualcosa di semplice e che puoi sicuramente portare a termine, in modo tale da familiarizzare con le sensazioni che provi di fronte alle novità.
  • Impara qualcosa di nuovo e allenati a fare questa azione sempre meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *